Termini e Condizioni 

per Presentare un'Idea

Condizioni di Presentazione

Sasmar Pharmaceuticals non desidera ricevere o trattenere alcun materiale presentato in modo "confidenziale", per cui è concordato che non vi sia stata stabilita alcuna relazione confidenziale o obbligo di segretezza tra chi invia una proposta e l'azienda rispetto alle idee e i materiali presentati. I Rapporti confidenziali sono stati trattenuti per creare obblighi oltre a quelli che l'azienda è disposta ad assumersi. Inoltre, potrebbe essere necessario riferire le proposte ad alcuni impiegati in azienda, per tali motivi la totale segretezza non può essere garantita, anche se non vi è la volontaria intenzione di divulgare le proposte.


Con questo accordo, per chi invia una proposta, non è concesso da parte dell'azienda alcun diritto sui brevetti esistenti o futuri. Tuttavia, fatta eccezione per le pretese della violazione dei diritti, l'azienda avrà il diritto senza alcuna restrizione, di divulgare eventuali idee e materiali presentati. L'azienda non cerca licenze o altri brevetti da parte dei Termini di Presentazione.
Per un certo tipo di diritti, se l'azienda è interessata all'idea, potrà decidere mediante negoziati, di determinare con l'interessato una compensazione adeguata. Chiediamo a chi si sottoscrive di farsi seguire dal proprio avvocato riguardo all'opportunità di cercare brevetti e il loro giusto valore. Poiché qualche volta i brevetti vengono inavvertitamente concessi a idee che sono vecchie o ovvie. L'azienda si riserva il diritto di contestarne la validità, la violazione o l'esecutività di un brevetto. Altri potranno copiare liberamente procedure e prodotti non brevettati, pertanto l'azienda non è disposta ad accettare restrizioni sull'uso o la divulgazione delle idee presentate, fatta eccezione dei reclami derivanti da brevetti.


Verrà elargito un compenso a chi propone e sottoscrive delle idee originali e innovative per l'azienda e che saranno adottate per l'utilizzo da parte della Sasmar Pharmaceuticals. L'importo del compenso sarà stabilito in base a ragionevole giudizio da parte dell'azienda, ma in ogni modo non sarà superiore all'importo di € 3.000 . Il compenso sarà assegnato in base alle circostanze riportate sopra, indipendentemente dal fatto che l'idea sia brevettata o in grado di essere brevettata. È stato stabilito un tetto massimo di € 3.000 (tremila euro) , anche perché le idee non soggette alla protezione brevettuale possono essere liberamente copiate dalla concorrenza, senza alcun pagamento una volta attuate. Il pagamento del compenso non da all'azienda il diritto dei brevetti che l'ideatore ha o potrebbe ottenere. La negoziazione di tali diritti è soggetta a negoziati come sopra indicato.


L'ideatore che accetta di ricevere in qualsiasi momento un compenso offerto dalla società, rinuncia a qualsiasi pretesa che l'ideatore possa fare contro l'azienda, ad eccezione degli obblighi della violazione del brevetto. Il compenso, quando viene elargito, è inteso come il riconoscimento della disponibilità dell'ideatore e ne regola tutte le richieste che potrebbero sorgere in base a brevetti validi.


I negoziati o gli accordi precedenti, vengono sciolti e rimpiazzati da queste condizioni e non potranno essere modificate ne rifiutate, salvo che per iscritto e firmate da un funzionario dell'azienda.


Il presente accordo e il rapporto stabilito qui di seguito, devono essere interpretati e trattati in conformità alle leggi interne del Nuovo Galles e dell'Australia, senza tenere conto dei suoi principi di conflitti di leggi e con le stesse validità e funzioni come se pienamente applicate ed eseguite in essi.

 

Per saper di più...